Analisi Logica gratis

 

 

Complementi analisi logica

 

Complemento mezzo o strumento

Il complemento di mezzo o strumento, nell'analisi logica, indica una persona, un animale o una cosa mediante cui si compie l'azione che viene espressa dal predicato, cioè dal verbo. Il complemento di mezzo è un complemento indiretto e risponde di norma alle domande "per mezzo di chi? per mezzo di che cosa? con chi? con che cosa?". La differenza tra la definizione di complemento di mezzo piuttosto che di strumento è semplice, sebbene in fondo rappresentino poi lo stesso concetto: se parliamo di una persona o di un animale il complemento viene definito di mezzo, se si parla invece di una

Complemento di distanza

Il complemento, in analisi logica, è il componente utile a definire il senso o significato di una frase. Il complemento di distanza indica la distanza che c'è tra due luoghi. Più semplicemente, informa su quanto dista, quanto è lontano, quanto è distante un punto rispetto ad un altro. Come tutti i complementi indiretti, può essere introdotto nella frase da locuzioni o da verbi. Non è difficile individuarlo quando si fa l'analisi logica perché risponde alle domande: quanto? quanto distante? a quale distanza? Riportiamo degli esempi per meglio chiarire il concetto. 1) La casa dista dall'uffici

Complemento causa efficiente

Il complemento di causa efficiente è un elemento logico presente esclusivamente nelle frasi costruite con un verbo in forma passiva , nelle quali funge da soggetto logico di una frase, distinto dal soggetto grammaticale che subisce l'azione espressa dal verbo e concorda con il verbo . Tale complemento indica la cosa o l’ animale reificato ( ovvero paragonabile a un essere inanimato ) che compie l’ azione espressa dal verbo passivo ( nel caso in cui l’azione sia compiuta da una persona o cosa personificata , si parla di complemento di agente ) . Il complemento di causa efficiente appartiene all

Complemento di esclusione

Il complemento di esclusione, nell'analisi logica, indica chi o che cosa rimane escluso da quanto espresso dal verbo. Il complemento risponde alle domande "senza chi? senza che cosa? eccetto chi? eccetto che cosa?tranne chi? tranne che cosa?". Tale complemento viene indicato anche come "complemento eccettuativo", in quanto indica oltre che un'esclusione, anche un'eccezione da quello che viene espresso dal verbo. Questo complemento, che rientra nella categoria dei complementi indiretti, viene introdotto da preposizione improprie o locuzioni preposizionali che esprimono un marcato senso

Complemento moto a luogo

Nella sintassi della lingua italiana, il complemento di moto a luogo sta ad indicare la direzione o, meglio, il luogo verso cui qualcuno o qualcosa si dirige; in breve, si tratta di una parola, o insieme di parole, che hanno il compito di indicare il luogo in cui avviene l'azione indicata nella frase. Esistono 4 modi per indicare il luogo in cui si svolge un'azione: complemento di moto a luogo, complemento di moto da luogo, complemento di moto per luogo, e complemento di stato in luogo. Per capire se ci si trova di fronte ad un complemento di moto a luogo, bisogna verificare se esso rispon

Complemento oggetto

All'interno della sintassi della lingua italiana, il complemento oggetto ricopre un ruolo fondamentale, in quanto utilizzato nella maggior parte delle frasi che comunemente utilizziamo per esprimerci; ma come si può riassumere il suo ruolo? Il complemento oggetto, o diretto, si può definire come l'oggetto, la persona o l'animale su cui ricade direttamente l'azione espressa dal predicato verbale; affinché il complemento oggetto possa esistere, il verbo deve sempre essere transitivo attivo. Ci sono casi, però, in cui il complemento oggetto segue un verbo intransitivo: si tratta, tuttavia, di

Complemento peso e misura

Il complemento di peso e di misura è un complemento indiretto che descrive, come indica il nome stesso, una quantità in termini di peso e/o misura di una persona o di una cosa. Risponde generalmente alla domanda “quanto?” (“quanto pesa”, “quanto misura”, “quanto è grande, piccolo...”). Talvolta questo complemento può essere confuso con il complemento di quantità, che indica per l'appunto una quantità generica, senza però specificarne la tipologia né la natura. Per esempio, nella frase “Queste scarpe costano 100 €”, “100 €” è complemento di misura, perché specifica esattamente il prezzo e l'un

Complemento aggiunzione

Il "complemento di aggiunzione o aggiuntivo" è un complemento indiretto, in quanto unito al predicato verbale non direttamente, ma per il tramite di altre preposizioni. Non c'è in tutte le grammatiche, perché viene spesso “dimenticato”. Come complemento riguarda quelle parti del discorso che “non” sono essenziali, ma svolgono la funzione di completare il senso di una frase. Quando si parla di complemento di aggiunzione, si intende fare riferimento a un essere animato o a un oggetto che viene "aggiunto" alla frase per una migliore comprensione del suo significato. Tale inserimento avviene

Complemento qualità

Il complemento di qualità è un complemento indiretto che descrive, come indica il nome stesso, le qualità o proprietà di una persona, animale o cosa. Tali proprietà possono essere qualità fisiche, intellettuali o morali, caratteristiche astratte o concrete. Il complemento di qualità risponde quindi alle domande “con quali caratteristiche?”, “con quali proprietà e/o qualità?”, è generalmente costituito da un sostantivo (nome) accompagnato da uno o più aggettivi, ed è introdotto dalle preposizioni “di” e “da”, nella loro forma semplice o articolata. Normalmente la preposizione “di” viene utili

Complemento privazione

Il complemento di privazione, nella sintassi italiana, indica ciò che manca o che è posseduto in scarsa quantità. Generalmente questo complemento risponde alle domande " privo di chi? privo di che cosa? senza chi? senza che cosa?". Il complemento di privazione può essere confuso con il complemento di esclusione: il primo esprime però una semplice privazione, a differenza del secondo dove la parola "senza" ha un valore concessivo, assumendo il significato di "ad eccezione di...., all'infuori di...". Il complemento, indicando ciò di cui si è poveri, viene introdotto spesso da verbi o agg

Esempi analisi logica

 

A che cosa serve l'analisi logica

L’analisi logica è lo strumento fondamentale per imparare a formulare una frase, e quindi un pensiero. La lingua italiana ha una struttura piuttosto complessa che viene stravolta con frequenza nel linguaggio parlato. Nel linguaggio scritto si devono avere ben chiari nella mente i rapporti fra i comp